Il diario della Fattoria 20° giorno

gfpnt
The King of GFPosters
gfpnt
The King of GFPosters
Joined: September 8th, 2005, 7:41 pm

March 8th, 2006, 1:18 am #1

A poco a poco prende forma la rivolta verso Katia. La cantante, straiata sul divano, impartisce ordini alle sue contadine. «Jennipher non tagliare le carote, io sono la concubina e fai quello che ti dico io!» e poi «Justine e Jenny, pulite il magazzino!». La Mattera esegue gli ordini senza fiatare ma nella torre confida «Mi comanda anche più cose contemporaneamente. Non mi dà fastidio però corro come una matta e magari mi sgrida “Perchè non hai fatto quella cosa!”. Mi mette soggezione». Selvaggia prende le parti dell’americana, ma lo fa nella torre: «Katia è sgarbata e brusca verso di lei. È vero e proprio nonnismo. Justine si ribellerà, ha un carattere forte, sotto la cenere arde il fuoco». In camera prosegue il discorso con Pamela: «Ci sono persone qua dentro che sono intoccabili ovvero Katia, Leopoldo e Aldo». Risponde Pamela «Lo so, hanno tutti paura di finire in sfida con loro dato che sono molto forti». Nel frattempo sopraggiunge Ivano che interviene nel dibattito schierandosi con le ragazze: «Non mi piace il comportamento di quelli della mia generazione (Katia e Leopoldo). Trattano male i giovani in particolare voi donne. Possibile che Katia nella fattoria abbia solo “figli” maschi?». La cantante, che nell’aria ha fiutato il dissenso, si avvicina a Pamela appena Ivano se ne è andato. «Si lamentava?» le chiede. «No, dice che lui e suo fratello hanno problemi ad ambientarsi e soffrono anche di salute. Ma non è che si danno molto da fare». Katia e Leo si dimostrano sempre più infastiditi dalla presenza dai Cugini. «Lavorano troppo poco» concordano i due e l’attore aggiunge «A me fanno pure pena».

Fra Jennipher e Francesco arriva il chiarimento. La ragazza, in magazzino, trova il coraggio di dirgli «Tu qui stai giocando, e hai giocato anche quando stavi con me. Dopo che hai visto il tuo clip a “Uomini e donne” mi hai mollata perchè non vuoi apparire così». «Non è vero» si difende lui «se qualche volta ti ho mancato di rispetto ti chiedo scusa». La telecamera non riesce ad inquadrarli, ma il brusio dietro al muro lascia intendere che tra i due sia pace fatta.

Anche oggi i contadini si danno da fare per la prova settimanale. Seduti in cerchio, completano la filatura della lana e passano poi a colorarla. «Marcus è bravissimo» commenta Selvaggia «abbandonerà le sfilate per stare a casa a fare la maglia. La Fabiani, invece, non ce la vedo la sera sul divano, col plaid sulle gambe, a cucire...».

Conclude la giornata un momento di sana follia. Leopoldo spruzza la schiuma da barba sui capelli di Alessia: è l’inizio della battaglia. Clemente si avventa sulla bomboletta e imbianca tutti, incluso Leopoldo che grida «Basta, mi serve!». Ma il gioco è appena all’inizio e chi non può attaccare, se la dà a gambe: Leo si precipita seminudo nel cortile mentre Alessia si rifugia nella torre dove Selvaggia sta raccontando l’accaduto. Al suo arrivo, commenta: «Ci siamo giocati la Fabiani, siamo alla frutta».
Quote
Like
Share